Eccoci con qualche altra curiosità per quanto riguarda le tradizioni e i gesti di buon auspicio per il vostro Grande Giorno…

Il giorno prima delle nozze, ai futuri sposi è assolutamente vietato vedersi o parlarsi, così come il giorno stesso al futuro sposo è vietato vedere la futura consorte in abito da sposa prima della cerimonia.

La mattina delle nozze è di buon auspicio che la sposa si svegli con il canto degli uccelli, così come se nel tragitto da casa alla chiesa dovesse vedere un arcobaleno.

shutterstock_187460651

Durante i preparativi, alla futura sposa è vietato specchiarsi pronta per uscire di casa e raggiungere la chiesa. Potrà guardarsi allo specchio, ma avendo sempre l’accortezza di essersi tolta uno degli accessori, ad esempio un guanto, una scarpa o un orecchino, da indossare di nuovo appena prima di uscire di casa.

 

Uscendo di casa, è bene che entrambi i futuri sposi facciano attenzione a qualche suggerimento: è di buon auspicio che la sposa esca dalla soglia di casa con il piede destro e non con il sinistro; è considerato porta fortuna invece per lo sposo il fatto di non tornare indietro sui suoi passi: sposini non dimenticate nulla a casa, altrimenti, se proprio non potete fare a meno di tornare indietro, fate in modo che il vostro testimone cammini davanti a voi, per “cancellare” il vostro percorso precedente. In caso contrario, il vostro tornare indietro significherebbe ripensamento, indecisione e dubbio riguardo al matrimonio.

shutterstock_183689600

 

Durante la celebrazione, porta sfortuna che una fede cada. Qualora dovesse succedere per l’emozione, né voi, né un ospite dovrete raccoglierla: assicuratevi piuttosto che sia il prete o il celebrante a raccoglierla, annullandone i cattivi presagi. Sempre per quanto riguarda le fedi, è di cattivo auspicio indossare la fede prima della celebrazione, così come per la sposa è simbolo di cattiva sorte piangere prima della celebrazione (sposine emozionate sfoderate grandi sorrisi, ma trattenete le lacrime di gioia almeno fino alla fine del rito, mi raccomando)

 

C’è una consolazione anche per chi sperava in un giorno di sole e invece deve affrontare la pioggia durante il Grande Giorno… si sa che “Sposa bagnata, Sposa fortunata” e infatti tradizione vuole che se ci si sposa in un giorno piovoso, si sia destinati a un matrimonio felice e duraturo. La pioggia simboleggia l’abbondanza e la buona sorte che scende sugli sposi, ma solo in alcuni paesi, come in Italia: nei paesi anglosassoni, ad esempio, la pioggia è sinonimo di cattiva sorte per il matrimonio.

shutterstock_132658511Secondo la tradizione, inoltre, a conclusione del rito, la sposa, di spalle, lancia il bouquet verso un gruppo di ragazze nubili: la fortunata che lo prende, si dice sia destinata alle nozze entro l’anno. Questa simbologia deriva dal fatto che in passato i bouquet fossero costituiti da fiori d’arancio, simbolo di gioia, allegria, prosperità e, soprattutto, fiore per eccellenza della proposta di matrimonio.

 

E’ consuetudine inoltre che lo sposo prenda tra le braccia la neo sposina per varcare la soglia della nuova casa: in questo modo, pare che gli spiriti maligni, che attendono la sposa sulla soglia di casa, vengano aggirati.

E la tanto amata e sognata wedding cake? Ebbene sì, c’è una tradizione anche per la torta di nozze: è di buon auspicio che la sposa ne conservi una fetta fino al primo anniversario di nozze, quando, mangiandola con il marito sancirà appieno la buona sorte sul loro matrimonio.

A voi naturalmente la scelta di crederci o meno 🙂