Care sposine, vi siete mai chieste che origini e che significato abbia il velo da sposa? Ecco qui qualche informazione!

Cominciamo con qualche cenno sulle origini del velo nuziale, la cui usanza si tramanda da generazioni. Il velo è stato introdotto nell’antichità quando i matrimoni erano solitamente combinati dalle famiglie per fini politici o economici. I due sposi non si sarebbero incontrati fino al giorno delle nozze e i genitori della sposa usavano coprire il suo volto con un velo per celarne le sembianze reali. Il velo aveva quindi un utilizzo puramente funzionale alla riuscita del matrimonio, in modo che lo sposo non potesse tirarsi indietro a cerimonia iniziata.

shutterstock_137034650

 

Nell’antica Roma il velo continua a mantenere questa funzione, assumendo però anche il significato di simbolo di buon augurio e durante la cerimonia viene posto anche sulla testa dello sposo, come a proteggere la coppia.

Nel Medioevo il velo mantiene solo l’accezione scaramantica e, fermato al capo con fili d’oro e piccole perle, si pensa abbia il compito di proteggere la sposa dagli spiriti maligni. Con il passare del tempo, il velo ha assunto sempre più significato di purezza della sposa anche se al giorno d’oggi viene considerato più un accessorio romantico e fiabesco a completamento dell’abito.

 

A breve qualche consiglio anche sulle tipologie di velo e su come si adattino al vostro abito…