Care Sposine,

oggi ci occupiamo di un consiglio su una tematica che spesso può essere vera e propria buccia di banana per scivoloni di bon ton in ambito matrimoniale: l’allestimento della chiesa.

Che scegliate una piccola chiesa di montagna o a picco sul mare, un gioiellino in aperta campagna o una piccola preziosa cappella privata, una chiesa rinascimentale in pieno centro città o una cattedrale o un Duomo imponenti, il consiglio è sempre lo stesso: valutate in maniera estremamente minuziosa le proporzioni. Mi spiego meglio. Oltre al consueto valore affettivo che il luogo da voi prescelto per celebrare il rito del vostro matrimonio deve ricoprire, è importante anche che venga considerato il numero degli ospiti che interverranno alla celebrazione e, di conseguenza, lo spazio a disposizione affinché i presenti possano seguire e partecipare al rito in modo adeguato. Sarebbe inopportuno e poco piacevole che i vostri invitati debbano stare in piedi accalcandosi all’ingresso della chiesa in caso ne abbiate scelta una troppo piccola oppure, al contrario, riguardare a distanza di anni le fotografie del vostro matrimonio e rendervi conto di quanto fosse vuota la chiesa durante la celebrazione, non certo per mancanza di amici o parenti, ma per le eccessive dimensioni del luogo scelto rispetto ai vostri ospiti.

Tenendo sempre in mente quindi questo criterio, insieme ad altri più di carattere affettivo, religioso e di vicinanza alla location prescelta per il ricevimento, ricordate sempre di considerare anche un altro elemento: la decorazione e l’allestimento della chiesa devono essere congrui con lo spazio a disposizione. Se sognate un matrimonio in grande, in stile principesco, da fiaba punterete ad un allestimento importante, con piante in grandi vasi o torchon di fiori che corrono lungo la navata, delimitandone i confini. O ancora cascate di fiori o di elementi naturali e verdi che ricoprano l’altare, tulle bianco e leggero che cela l’ingresso delle panche, passatoie candide di petali di fiori che vi accompagneranno lungo la navata e culmineranno con voi al fianco del vostro sposo. In questo caso avendo scelto una chiesa di dimensioni importanti, sarà anche possibile liberare la fantasia e definire con la vostra Wedding Planner un progetto stilistico in linea con quanto sognate.

154956710
102766775

Qualora invece preferiate una piccola chiesetta di campagna o una cappella privata nella location prescelta, il mio consiglio è sempre il medesimo: meno è meglio 🙂 Senza rinunciare all’effetto sorpresa per i vostri ospiti e ad abbellire la chiesa mantenendo fede allo stile e ai colori che avete scelto per il vostro matrimonio, sarà necessario giocare con astuzia e considerare quelli che sono i punti che la chiesa di per sé ci offre come spunto. Un angolo da impreziosire con semplici candele in lanterne bianche o in vasi di cristallo, un gradino alla base dell’altare che incornicia alla perfezione tutta la mensa, una nicchia ai lati della navata centrale da impreziosire con una piccola composizione di fiori quasi come se i fiori fossero stati pensati per essere posizionati esattamente in quel punto da chi ha costruito la chiesa stessa secoli prima.

Rispettate sempre il luogo che andate ad allestire, per le sue proporzioni, per il suo stile, per la sua sacralità in questo caso e per quello che vi comunica: ogni luogo, ogni architettura, ogni stile parlano e suggeriscono già dove e come posizionare elementi di decoro per impreziosire e valorizzare lo spazio a disposizione. Affidatevi sempre alla professionalità della vostra Wedding Planner, il cui occhio e la cui esperienza sono abituati ad “ascoltare” ciò che i luoghi prescelti comunicano per poterli valorizzare al massimo e rendere unico, indimenticabile, elegante e raffinato il giorno più bello della vostra vita.

194586131